Funghi della pelle, come riconoscerli: tutti i sintomi

I funghi della pelle sono di differenti tipologie e ogni fungo può colpire una parte specifica del corpo. Non si tratta di malattie pericolose per la vita, ma portano con sé una serie di sintomi che possono creare gravi disagi e imbarazzi che possono influire anche sulla sfera psichica e sociale dell’individuo. Scopriamo quali sono i sintomi e come fare per riconoscerli e curarli, in modo da prevenire l’eventuale estendersi di una micosi cutanea che può arrivare a colpire gran parte della superficie del nostro corpo. I funghi della pelle più diffusi in Europa sono quelli della famiglia dei funghi filamentosi (dermatofiti).

Funghi della pelle: quali sono le zone a rischio?

Le micosi cutanee possono colpire ogni parte del nostro corpo: dai piedi al viso, fino al cuoio capelluto. Contrariamente a quanto siamo portati a credere, la pelle è molto delicata, anche se svolge il ruolo di protettore del nostro corpo da agenti esterni. Non esistono zone del corpo più o meno a rischio di infezioni che provochino il proliferare di un fungo della pelle, perché tutte le aree della pelle umana e delle mucose presenti nel nostro corpo sono colonizzate da un numero elevatissimo di microorganismi.

Funghi della pelle: come riconoscerli? Ecco i sintomi

Un’infezione fungina può colpire in tutte le età e in qualsiasi punto della cute. È per questo che è difficile individuarla nelle prime fasi del suo sviluppo. Con molta accortezza si possono però notare dei cambiamenti sostanziali della pelle che possono rappresentare un campanello d’allarme per l’insorgere di un’infezione:

  • Rossore su una zona circoscritta
  • Prurito sull’area interessata dall’infezione
  • Caduta di capelli (per infezioni al cuoio capelluto)

Questi sono solo alcuni dei principali segnali, ma esistono varie sintomatologie che ci si possono presentare quando soffriamo di micosi cutanee. Alle prime avvisaglie di disturbi che possano indicare la presenza di un’infezione della cute si suggerisce di sottoporsi immediatamente ad una visita medica specialistica, che possa appurare la presenza o meno di una micosi.

Piede d’atleta, fungo della mano e delle unghie, come riconoscerli?

Sono decine le tipologie di funghi che possono colpire la nostra pelle, ma alcune sono largamente diffuse. Vediamo quali sono le avvisaglie che possono indicare lo sviluppo, nello specifico, di tipologie di micosi cutanee come il piede d’atleta, l’onicomicosi, o il fungo della mano :

  1. Il piede d’atleta, che colpisce molto gli sportivi, è un fungo che si sviluppa con arrossamenti e prurito tra le dita. Durante il suo sviluppo fornisce segnali ancora più marcati della sua presenza tramite desquamazione della cute e il presentarsi di vesciche.
  2. Il fungo della mano è molto difficile da riconoscere nelle sue prime fasi e gli effetti sulla cute possono presentarsi addirittura dopo qualche tempo. L’aspetto clinico è schematicamente riconducibile a due forme: la prima, ad andamento acuto, è caratterizzata da vescicole e pustole. La seconda forma mostra un decorso cronico e lesioni di tipo desquamativo.
  3. L'onicomicosi può colpire sia gli arti superiori che quelli inferiori. Importanti fattori che favoriscono l’insorgenza dell’onicomicosi sono: diabete, fumo, insufficienza vascolare periferica, psoriasi, immunodepressione (HIV, farmaci), microtraumi, particolari stili di vita (frequentazione di piscine, saune, centri fitness, utilizzo di calze e/o scarpe che non lasciano traspirare il piede) La sua presenza può essere riconosciuta tramite alcuni fattori: l’onicomicosi si estende dai lati e dall’estremità dell’unghia fino a raggiungere il muro dell’unghia; non si presenta con arrossamenti della zona interessata, ma con una colorazione dell’unghia che va dal giallo al marrone.

Top