Candida, uomo e rapporti sessuali

L’infezione da candida negli uomini può essere asintomatica o comparire attraverso sintomi simili a quelli dell’infezione femminile: arrossamenti, gonfiore, prurito e bruciore; ma può provocare anche la balanite, un’infiammazione del glande. Come vedremo, la candidosi non è un’infezione solo femminile e ci focalizzeremo sulla trasmissione tramite rapporto sessuale.

Candida negli uomini

Non tutti gli uomini che vengono a contatto con la candida sviluppano una candidosi. I gruppi a rischio sono soprattutto due: gli uomini con un restringimento del prepuzio e quelli con difese immunitarie basse. I lieviti prediligono ambienti caldi e umidi, per questo motivo faticano a proliferare sul glande e il restringimento del prepuzio può rappresentare un clima favorevole per la proliferazione del fungo. A ciò si aggiunge che il restringimento del prepuzio rende più difficoltosa la pulizia. Come per le donne, anche negli uomini la candida può essere frutto di cattive abitudini e della presenza di patologie o di un abbassamento delle difese immunitarie. In particolare le cause principali sono le seguenti:

  • Cattive abitudini alimentari che favoriscono la proliferazione di funghi e batteri;
  • L’eccesso o la carenza di igiene intima e l’utilizzo di prodotti eccessivamente aggressivi;
  • La presenza di patologie che implicano un indebolimento del sistema immunitario;
  • L’obesità;
  • Il diabete.

Candida e rapporti sessuali

È importante anche sapere che la candidosi non è considerata una malattia sessualmente trasmissibile in quanto il fungo vive nel corpo di una donna sana e causa l'infezione solo in presenza di uno squilibrio della flora vaginale. La Candida albicans colonizza raramente i genitali maschili e quindi non si può trasmettere la candidosi al partner attraverso il sesso. I funghi hanno bisogno di un ambiente umido per la loro crescita e faticano a diffondersi nell'ambiente relativamente secco del glande. Sono sconsigliati i rapporti durante l’infezione e fino all’esaurirsi dei sintomi, soprattutto perché è possibile che siano presenti fastidi e dolori. Se hai la candida questo non significa necessariamente che anche il tuo partner sia interessato e non è essenziale un co-trattamento farmacologico.

Top